CAMPANIA: PSR 2014-2020 Danni da fauna

HomeGenericoCAMPANIA: PSR 2014-2020 Danni da fauna

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 12/09/2017

Oggetto: Il tipo di intervento svolge un’azione importante di tutela ambientale, in quanto funge da deterrente a comportamenti lesivi nei confronti della fauna selvatica.

Territorio di riferimento: La tipologia di intervento è applicabile alle superfici agricole nei territori amministrativi comunali della Regione Campania in cui nel quinquennio 2010-2014 sono stati rilevati danni da lupo e/o cinghiale.
I comuni per i danni da lupo sono:
Provincia di Avellino: Aquilonia; Ariano Irpino; Bagnoli Irpino; Calitri ; Casalbore; Montaguto; Montoro; Savignano; Serino; Summonte; Zungoli.
Provincia di Benevento: Castelvetere Valfortore; Cautano; Cerreto Sannita; Colle Sannita; Cusano Mutri; Foiano di Val Fortore; Pietraroja; San Bartolomeo in Galdo.
Provincia di Caserta: Galluccio
Provincia di Salerno: Buccino; Cannalonga; Capaccio; Casaletto Spartano; Caselle in Pittari; Castelcivita; Castiglione dei Genovesi; Colliano; Corleto Monforte; Laurino; Laviano; Magliano Vetere; Moio della Civitella; Monte San Giacomo; Monteforte Cilento; Novi Velia; Oliveto Citra; Ottati; Petina; Piaggine; Postiglione; Roccadaspide; Rofrano; Sacco; Sant’Angelo a Fasanella; Santomenna; Sanza; Sicignano degli Alburni; Stio; Torraca; Valle dell’Angelo.
I comuni per i danni da cinghiale sono:
Provincia di Avellino: Aiello del Sabato; Altavilla Irpina; Andretta; Aquilonia; Ariano Irpino; Avella; Avellino; Bagnoli Irpino; Baiano; Bisaccia; Bonito ; Cairano; Calabritto; Calitri ; Caposele; Capriglia Irpina; Carife; Castel Baronia; Castelfranci; Castelvetere sul Calore; Chianche; Chiusano San Domenico; Contrada; Conza; Domicella; Frigento; Gesualdo; Greci; Grottaminarda; Grottolella; Guardi Lombardi; Lacedonia; Lapio; Lauro; Lioni; Manocalzati; Melito Irpino; Mercogliano; Montaguto; Montecalvo Irpino; Montefalcione;
Monteforte Irpino; Montefusco; Montemarano; Montemiletto; Monteverde; Montoro; Morra de Sanctis; Nusco; Parolise; Paternopoli; Petruro Irpino; Pietrastornina; Prata Principato ultra; Pratola Serra; Quindici; Rocca San Felice; Roccabascerana; San Michele di Serino; San Potito Ultra; San Sossio Baronia; Santa Andrea di Conza; Santa Paolina; Sant’Angelo dei Lombardi; Scampitella; Serino; Solofra; Sperone; Taurano; Torella dei Lombardi; Torre le Nocelle; Torrioni; Trevico; Tufo; Vallata; Vallesaccarda; Villanova del Battista; Zungoli.
Provincia di Benevento: Airola; Apice; Apollosa; Baselice; Benevento; Buonalbergo; Campolattaro; Castelfranco in Miscano; Castelpoto; Cautano; Ceppaloni; Circello; Colle Sannita; Foiano di Val Fortore; Fragneto l’Abate; Moiano; Molinara; Montefalcone di Valfortore; Montesarchio; Morcone; Paduli; Paupisi; Pontelandolfo; Reino; San Bartolomeo in Galdo; San Giorgio del Sannio; San Giorgio la Molara; San Marco dei Cavoti; San Martino sannita; San Nazzaro; San Nicola Manfredi; Santa Croce del Sannio; Sant’Angelo a Cupolo; Solopaca; Tocco Caudio; Torrecuso; Vitulano.
Provincia di Caserta: Ailano; Alvignano; Baia Latina; Caiazzo; Capriati al Volturno; Carinola; Caserta; Castel Campagnano; Castel di Sasso; Falciano del Massico; Galluccio; Giano Vetusto; Gioia Sannitica; Marzano Appio; Mondragone; Pietramelara; Pietravairano; Prata Sannita; Riardo; Rocca d’Evandro; Roccaromana; San Gregorio Matese; Sessa Aurunca; Teano; Tora e Piccilli; Vairano Patenora.
Provincia di Napoli: Palma Campania; Roccarainola.
Provincia di Salerno: Acerno; Aquara; Albanella; Alfano; Altavilla Silentina; Ascea; Atena Lucana; Bellosguardo; Buccino; Buonabitacolo; Caggiano; Camerota; Campagna;
Campora; Cannalonga; Capaccio Paestum; Casalbuono; Casaletto Spartano; Casal Velino; Caselle in Pittari; Castelcivita; Castellabate; Castelnuovo Cilento; Castelnuovo di Conza; Cava de’ Tirreni; Celle di Bulgheria; Centola; Ceraso; Cetara; Cicerale; Controne; Contursi; Corleto Monforte; Cuccaro Vetere; Felitto; Futani; Giffoni Sei Casali; Giffoni Valle Piana; Gioi; Giungano; Laureana Cilento; Laurino; Laurito; Lustra; Magliano Vetere; Mercato San Severino; Moio della Civitella; Montano Antilia; Montecorice; Monteforte Cilento;
Monte san Giacomo; Montesano sulla Marcellana; Morigerati; Novi Velia; Omignano; Orria; Ottati; Padula; Pellezzano; Perdifumo; Perito; Pertosa; Petina; Piaggine; Pisciotta; Pollica; Postiglione; Ricigliano; Roccadaspide; Roccagloriosa; Rofrano; Romagnano al monte; Roscigno; Sacco; Sala Consilina; Salento; Salerno; Salvitelle; San Giovanni a Piro; San Gregorio Magno; San Mango Piemonte; San Mauro Cilento; San Mauro la Bruca; San Pietro al Tanagro; San Rufo; Sant’Angelo a Fasanella; Santa Marina; Sant’Egidio del Monte Albino; Santomenna; Sanza; Sassano; Serramezzana; Serre; Sessa Cilento; Sicignano degli Alburni; Stella Cilento; Stio; Teggiano; Trentinara; Torraca; Torre Orsaia; Tortorella; Valle dell’Angelo; Vallo della Lucania; Vibonati.

Soggetti proponenti: Agricoltori o associazioni di agricoltori

Progetti finanziabili: La tipologia di intervento prevede la concessione di aiuti finanziari per la realizzazione di tre interventi:

  • Intervento 1: recinzioni perimetrali per la prevenzione dai danni da predazione da lupi.
  • Intervento 2: recinzioni perimetrali per la prevenzione dai danni da cinghiale.
  • Intervento 3: recinzioni individuali “shelter” in materiale plastico.

Spese ammissibili: Sono ammissibili al sostegno esclusivamente le seguenti voci di spesa:
1. protezioni meccaniche con recinzioni perimetrali con o senza protezione elettrica a bassa intensità, ovvero spese per la realizzazione degli interventi 1, 2 e 3;
2. spese generali nei limiti dell’importo della spesa ammessa

Retroattività: NO

Agevolazioni: Con il presente bando sono erogati aiuti per un importo complessivo di euro 3,00 M euro.
Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile. L’intensità del sostegno è fissata nella misura del 100% della spesa ammissibile di progetto, per un importo massimo di € 150.000,00. L’importo massimo è elevato a euro 300.000,00 nel caso in cui il beneficiario sia un ente pubblico o una associazione di imprese o di enti gestori.
È facoltà delle imprese richiedenti presentare progetti superiori ai suddetti massimali, fermo restando che il contributo concedibile viene calcolato nel rispetto di detti limiti massimi di spesa.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Piano degli investimenti

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione