CAMPANIA: PSR 2014-2020 Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno

HomeGenericoCAMPANIA: PSR 2014-2020 Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 9/08/2017

Territorio di riferimento: Regione Campania

Oggetto: La presente tipologia d’intervento si propone di incentivare le attività di informazione rivolte ai consumatori per migliorare la loro conoscenza dei prodotti agricoli o alimentari tutelati dai sistemi di qualità mettendo in rilievo: le caratteristiche e i vantaggi specifici in termini di proprietà alimentari (caratteristiche chimiche, fisiche, organolettiche e nutrizionali), gli elevati standard di sicurezza igienica/sanitaria, metodi di produzione, l’etichettatura, la rintracciabilità, logo comunitario, aspetti nutrizionali, il grado elevato di tutela del benessere animale e dell’ambiente prescritti, nonché le valenze storico-tradizionali, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche, la valorizzazione dei prodotti di qualità per indurre gli operatori economici e/o i consumatori all’acquisto attento e responsabile di un determinato prodotto, creando nuove opportunità di mercato.

Soggetti proponenti: I beneficiari sono le “Associazioni di Produttori” quali organismi che riuniscono operatori attivi in uno o più dei regimi di qualità, costituitasi in forma giuridica, di seguito indicate:
a) le organizzazioni di produttori agricoli e le loro associazioni;
b) i consorzi di tutela delle DOP, IGP e STG riconosciuti ai sensi della normativa comunitaria e nazionale;
c) i consorzi di tutela delle denominazioni di origine e indicazioni geografiche dei vini, riconosciuti ai sensi della normativa comunitaria e nazionale;
d) le associazioni di produttori agricoli costituite ai sensi della normativa nazionale;
e) le società cooperative agricole e loro consorzi;
f) due o più dei soggetti sopra specificati o anche semplici aggregazioni di produttori agricoli, purché in entrambi i casi costituiti in reti di impresa, associazioni temporanee di imprese (ATI) o associazioni temporanee di scopo (ATS) aggregati con accordo di partenariato nella forma di scrittura privata che può essere poi registrato a seguito della comunicazione di ammissibilità al finanziamento e, comunque, prima della sottoscrizione del provvedimento di concessione del sostegno;
g) consorzi tra imprese agricole

Progetti finanziabili: Gli interventi proponibili con il progetto, sono riconducibili alle seguenti tipologie:

  • partecipazione/organizzazione di fiere, seminari divulgativi, incontri informativi, mostre, esposizioni, eventi pubblici, open day e workshop tematici;
  • iniziative di divulgazione delle conoscenze scientifiche e tecnologiche a favore dei consumatori relativamente ai prodotti ammessi, attraverso la realizzazione di supporti divulgativi e l’utilizzo di metodologie innovative;
  • eventi di informazione per aiutare i consumatori a conoscere e utilizzare le informazioni presenti sull’etichetta dei prodotti, richiamando l’attenzione sulla tracciabilità e il riconoscimento dei loghi comunitari;
  • eventi di informazione presso le scuole, famiglie, giornalisti ed operatori turistici, di mense scolastiche e aziendali;
  • percorsi di educazione alimentare di orientamento ai consumi presso le scuole, famiglie ed operatori economici;
  • giornate enogastronomiche territoriali; di degustazione e di educazione al gusto; porte aperte in azienda;
  • iniziative attraverso i mezzi di comunicazione, quali la carta stampata, i mezzi radio-televisivi e informatici, nonché attraverso la cartellonistica pubblicitaria esterna;
  • iniziative di comunicazione, informazione e pubblicitarie a carattere dimostrativo effettuate presso i punti vendita;
  • educational tours rivolti a buyer e/o ristoratori e/o operatori economici;
  • realizzazione, produzione e diffusione di materiale a carattere informativo e pubblicitario (pubblicazioni, brochure, dépliant, ricettari di cucina, cartoline, carte tematiche, poster, vetrofanie, segnalibri, gadget, shopper, calendari, sacchetti di carta e carta da regalo –preferibilmente realizzati con materiali riciclabili/riutilizzabili ecc.) che deve essere distinto e non riguardare elementi obbligatori per la commercializzazione del prodotto;
  • pubblicazioni e prodotti multimediali (siti web, vetrine di promozione del prodotto riconosciuto attraverso l’allestimento di pagine su portali Web);
  • campagne di pubbliche relazioni e pubblicitarie tese ad aumentare il consumo dei prodotti di qualità e a visitare i territori di produzione (acquisto spazi pubblicitari e servizi radio-televisivi; realizzazione e collocazione di cartellonistica esterna; acquisto spazi pubbli redazionali su media e su piattaforma internet; eventi promozionali, incluse le attività svolte nei punti vendita e nel canale Ho.Re.Ca. );
  • campagne di sensibilizzazione e informazione relative a questioni riguardanti la certificazione di qualità in relazione al cambiamento climatico

Spese ammissibili: Possono essere oggetto di sostegno le sottoelencate azioni specifiche:
– Attività di informazione: si tratta di iniziative nei confronti di operatori economici e consumatori finalizzate a migliorare la conoscenza dei regimi di qualità, delle caratteristiche dei processi produttivi, delle attuali tecniche agricole e delle proprietà qualitative, nutrizionali e organolettiche dei prodotti sui prodotti agricoli tutelati da marchi comunitari DOP e IGP vini DOC/IGT, prodotti biologici;
– Attività promozionali: iniziative realizzate a sostegno della fase di commercializzazione dei prodotti e rivolte prevalentemente agli operatori del settore (buyers, ristoratori, stampa e opinion leader), attraverso l’utilizzo dei diversi strumenti di comunicazione; iniziative di incoming di operatori esteri; iniziative rivolte ai cittadini;
– Attività pubblicitarie: iniziative realizzate a sostegno della fase di commercializzazione dei prodotti e rivolte prevalentemente agli operatori del settore (buyers, ristoratori, stampa e opinion leader), attraverso l’utilizzo dei diversi strumenti di comunicazione; iniziative di incoming di operatori esteri.
In particolare, per queste due ultime azioni sono previsti:
– diffusione della conoscenza dei prodotti presso i consumatori attraverso i diversi strumenti di comunicazione quali stampa, mezzi radiotelevisivi e informatici;
– realizzazione e distribuzione dei materiali informativi relativi ai prodotti interessati dalla sottomisura;
– attività pubblicitarie effettuate presso i punti vendita;
– partecipazione a fiere, mostre, workshop, educational ed eventi similari;
– organizzazione e realizzazione di eventi promozionali di rilevanza nazionale o internazionale;
– organizzazione di missioni incoming mirate alla valorizzazione del prodotto di qualità comunitario, per operatori e giornalisti nel territorio regionale in numero congruo rispetto all’importo del progetto di promozione, alla rilevanza dell’evento promozionale e del numero di aziende da visitare.
Sono ammissibili al finanziamento le seguenti categorie di spesa:

a) Realizzazione di materiale informativo- promozionale, diffusione di conoscenze scientifiche e tecniche sui prodotti dei regimi di qualità:

  • progettazione, elaborazione tecnica e grafica, elaborazione testi, traduzione, stampa, riproduzione e distribuzione di prodotti cartacei, video emultimediali;
  • sviluppo di siti web e di applicazioni informatiche;
  • acquisti di spazi pubblicitari e pubbliredazionali su media, stampa, internet;
  • cartellonistica e affissione;
  • consulenze per attività di studio e ricerca;

b) Realizzazione di attività info-promo-pubblicitarie con eventuale attività di degustazione rivolta ad un pubblico di consumatori, giornalisti e operatori:

  • spese per l’affitto e l’allestimento delle sale;
  • compensi per i relatori ed esperti del prodotto, oggetto di promozione, fino a un massimo di 2.500 € (Euro complessivi per seminario, comprensivi di vitto e alloggio);
  • spese per personale di servizio addetto alla degustazione;
  • spese per la realizzazione di attività di comunicazione relative all’evento.

c) Partecipazione a fiere, esposizioni, mostre ed altri eventi:

  • quota di iscrizione alla manifestazione e di inserzione nel catalogo della manifestazione;
  • affitto dello spazio espositivo;
  • allestimento, manutenzione e smontaggio dello spazio espositivo;
  • spese per personale di servizio hostess e interpretariato entro il 4% del costo totale dell’evento;
  • costi di spedizione dei prodotti e del materiale promo-pubblicitario;
  • noleggio di materiale di supporto e servizi.

Retroattività: No

Agevolazioni: La percentuale di aiuto in conto capitale è al 70% della spesa ammissibile per le attività di informazione e promozione, come sopra definite.
La restante quota del 30%, a carico del beneficiario, non può derivare da altri finanziamenti statali, regionali o comunitari relativamente alle stesse attività.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Copia delle fatture

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione