MOLISE: PSR 2014-2020 Sostegno a investimenti nelle aziende agricole

HomeGenericoMOLISE: PSR 2014-2020 Sostegno a investimenti nelle aziende agricole

Tempistica: Le domande possono essere presentati entro il 14/07/2017

Territorio di riferimento: Regione Molise

Oggetto: Il presente bando, in continuità con i bandi precedenti, ha come obiettivo prevalente quello di rispondere al fabbisogno 10 del PSR-Molise 2014-20, cioè creare un sistema agricolo più autonomo dalle tendenze e dai mercati globali, attraverso una modernizzazione degli strumenti e delle pratiche agricole, agroalimentari e forestali, orientandoli ad una maggiore sostenibilità, e una maggiore autonomia delle filiere molisane.

Soggetti proponenti: I beneficiari del presente bando sono gli imprenditori agricoli in forma singola o associata, iscritti alla camera di commercio e titolari di partita iva con codice di attività agricola che rientrano nella definizione di agricoltore attivo

Progetti finanziabili: Il bando interviene con un sostegno, con adeguate agevolazioni, per gli investimenti in aziende agricole volti a migliorare la competitività del settore agricolo (sia in termini economici sia ambientali), ed a contrastare i fenomeni di indebolimento del settore agroalimentare anche in sinergia con gli strumenti messi in atto di concerto con il MISE per la riqualificazione di aree di crisi.
Tale finalità specifica si realizza attraverso l’incentivazione di investimenti mirati sia alle strutture sia al capitale in dotazione alle imprese.

Spese ammissibili: In particolare sono ammissibili le spese riguardanti i seguenti investimenti:
1. miglioramenti fondiari ad eccezione dei drenaggi;
2. costruzione e ristrutturazione degli immobili produttivi aziendali;
3. macchine, macchinari e attrezzature;
4. interventi per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli;
5. realizzazione e ristrutturazione delle strutture di stoccaggio finalizzate anche al miglioramento della qualità dei prodotti;
6. realizzazione ed interventi di miglioramento dell’efficienza delle strutture ed degli impianti per lo stoccaggio e il trattamento dei reflui provenienti dall’attività aziendale comprese le strutture realizzate con tecnologie volte alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Gli investimenti devono riguardare elementi che vanno oltre i requisiti minimi obbligatori di condizionalità;
7. acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC);
8. realizzazione di strutture ed impiantistica per la produzione di energia, a esclusivo utilizzo aziendale;
9. investimenti di miglioramento dell’efficienza energetica di impianti ed immobili produttivi;
10. investimenti volti a proteggere le coltivazioni e gli allevamenti dagli effetti negativi degli eventi meteorici esterni;
11. ristrutturazione di fabbricati per la produzione e per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’allevamento con utilizzo di materiali da costruzione che migliorino l’efficienza energetica
Sono ammessi i costi generali, quali gli onorari dei tecnici per la progettazione e per la certificazione, entro un limite massimo del 5% dell’investimento.

Retroattività: NO

Agevolazioni: Il tasso di aiuto è pari al 40% della spesa ammissibile. L’importo richiesto a finanziamento deve essere dimensionato sulla base delle reali capacità dell’azienda ad attuare l’investimento ed a sostenerlo nel tempo. L’aiuto è concesso in conto capitale.
In tutti i casi il contributo pubblico non può superare 3.000.000 euro

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Piano degli investimenti

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.