BASILICATA: Start and Go

HomeGenericoBASILICATA: Start and Go

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 7/05/2018

Territorio di riferimento: Regione Basilicata

Oggetto: Interventi di supporto alla nascita di nuove imprese

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le micro e piccole imprese che intendono realizzare il proprio progetto di impresa in sedi operative ubicate nel territorio della Regione Basilicata e che si trovino in una delle seguenti condizioni:
a) già costituite e iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura territorialmente competente, da non più di 12 mesi a far data dall’inoltro della candidatura telematica con sede operativa interessata dal programma degli investimenti localizzata nel territorio della regione Basilicata
b) costituende e che si impegnino a costituirsi e a iscriversi nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente e ad avere la sede operativa interessata dagli investimenti localizzata nel territorio della regione Basilicata, entro i termini di concessione delle agevolazioni

Settori ammissibili:

  • C – Attività manifatturiere;
  • F – Costruzioni;
  • G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli;
  • H – Trasporto e magazzinaggio ad esclusione delle divisioni 49, 50,51;
  • I.- Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;
  • J – Servizi di informazione e comunicazione;
  • M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, ad esclusione delle divisioni 77;
  • P – Istruzione;
  • Q – Sanità e assistenza sociale;
  • R – Attività creative, artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento;
  • S – Altre attività di servizi, ad esclusione della divisione 94.

Progetti finanziabili: Sono ammissibili alle agevolazioni i progetti di impresa realizzati sul territorio della Regione Basilicata promossi nei settori dell’industria, della trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi alle imprese e alle persone, del commercio di beni e servizi, dell’artigianato, del turismo, della cultura, dell’intrattenimento, del sociale, dell’ITC
I programmi di investimento ammissibili ad agevolazione devono essere ultimati entro e non oltre 24 mesi dalla data di dalla data di avvenuta consegna nella casella PEC di destinazione del provvedimento di concessione.
Sono ammissibili i programmi di investimento con un importo candidato uguale o superiore a € 20.000,00.

Spese ammissibili: Sono ammissibili ad agevolazione le spese relative alle seguenti tipologie:

a) Spese generali, nel limite massimo del 10% dell’importo totale del programma di investimento ammissibile ad agevolazione, relative a:
a.1) spese notarili, amministrative e di consulenza direttamente connesse alla costituzione dell’impresa;
a.2) progettazione e direzione lavori;
a.3) collaudi previsti per legge;
a.4) spese per garanzie fideiussorie prestate da soggetti abilitati a copertura dell’erogazione concessa con il presente avviso a titolo di anticipazione;
a.5) spesa relativa alle perizia tecniche giurate nella misura massima del 3% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione e comunque il contributo massimo non può superare € 2.000,00.
L’ammontare relativo delle spese per progettazioni ingegneristiche e direzione dei lavori (lett. a.2) e collaudi di legge (lett. a.3), sono ammesse ad agevolazione nel limite del 5% delle spese preventivate di cui alla successiva lett. b.3).

b) Spese connesse all’investimento materiale:
b.1) suolo aziendale nel limite massimo del 10% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;
b.2) spese di acquisto di immobile ad esclusivo uso strumentale nel limite massimo del 20% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;
b.3) opere murarie ed assimilate e impianti di cui al DM 37/2008 comprese le spese di ristrutturazione nel limite massimo del 60% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;
b.4) macchinari, impianti specifici, attrezzature varie, arredi nuovi di fabbrica, hardware, nonché i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione, purché dimensionati all’effettiva produzione, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo della sede operativa oggetto dell’agevolazione.

c) Spese connesse all’investimento immateriale:
c.1) acquisto di brevetti e licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate, connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa. Tali spese sono ammissibili alle agevolazioni in misura non superiore al 20% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;
c.2) programmi informatici funzionali all’attività di impresa. Rientrano in tali servizi, a titolo di esempio, le attività di progettazione di architetture telematiche, di hosting, di gestione data-base, ecc a condizione che siano connesse al programma di investimento e funzionali all’attività di impresa. Tali spese sono ammissibili alle agevolazioni in misura non superiore al 30% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione.
c.3) Spese connesse all’acquisizione di certificazioni, intese come importo pagato dall’impresa all’organismo certificatore per l’acquisizione della certificazione. Sono agevolabili solo i costi relativi all’acquisizione della prima certificazione con esclusione degli interventi successivi di verifica periodica e di adeguamento ad intervenute disposizioni in materia di certificazione.

d) Spese connesse all’acquisizione di servizi reali, nel limite massimo del 10% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione e comunque fino ad un contributo massimo di € 16.000,00, rientranti nelle seguenti tipologie:
– acquisizione di consulenze specialistiche funzionali all’avvio dell’impresa compreso la consulenza per la redazione del progetto di impresa candidato;
– servizi di incubazione e di accelerazione di impresa, purché forniti da incubatori e acceleratori d’impresa, ossia da organismi che istituzionalmente hanno l’obiettivo di accelerare e rendere sistematico il processo di creazione di nuove imprese, fornendo loro una vasta gamma di servizi di supporto integrati;
– acquisizione di consulenze necessarie al conseguimento di certificazioni e/o
attestazioni di conformità per lo svolgimento della relativa attività imprenditoriale rilasciate da organismi accreditati e la realizzazione di audit ispettivi da parte di tali organismi. Non sono ammissibili i costi per il mantenimento delle certificazioni.

e) Spese di avvio:
– nuovo personale contrattualizzato a tempo indeterminato a decorrere dalla data di ammissibilità delle spese , fino ad un massimo del 20% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione fino ad un massimo di dodici mensilità all’interno del periodo di durata per la realizzazione del programma di investimento;
– affitto dei locali della sede operativa nel quale viene realizzato il progetto di impresa fino ad un massimo di dodici mensilità di canone di locazione all’interno del periodo di durata per la realizzazione del programma di investimento e comunque fino ad un massimo del 15% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;
– spese relative alle utenze (luce, acqua, telefono, gas e collegamento internet) fino ad un massimo di dodici mensilità all’interno del periodo di durata per la realizzazione del programma di investimento e comunque fino ad un massimo del 5% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione.
– Spese di promozione (stampa di materiale commerciale e pubblicitario, pagina web, campionari, ecc) fino ad un massimo del 10% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione.
– Spese di assistenza contabile e fiscale per la durata di 12 mesi fino ad una spesa ammissibile di € 1.000,00.

Retroattività: No

Agevolazioni: Tipologia delle agevolazioni: contributi a fondo perduto
L’intensità massima di aiuto: 60% dei costi ritenuti ammissibili.
Il contributo massimo concedibile non potrà superare € 100.000,00
Regime di aiuto: de miminis

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata (nel caso di impresa costituita)
  • Copia del documento d’identità del soggetto richiedente
  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.