CALABRIA: PSR 2014-2020 Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie.

HomeGenericoCALABRIA: PSR 2014-2020 Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie.

Tempistica: Le domande devono essere presentate entro il 20/04/2018

Territorio di riferimento: Regione Calabria

Oggetto: Sostenere progetti di cooperazione, proposti da aggregazioni di soggetti con capacità pertinenti rispetto al progetto di cooperazione, nell’ambito dello sviluppo della competitività e della sostenibilità delle imprese agroalimentari e forestali, che elaborino ed attuino progetti finalizzati all’applicazione e/o adozione di risultati di ricerca al fine della loro valorizzazione, oppure attività di trasferimento tecnologico in settori economici, di servizi e delle tecnologie di frontiera legati ad attività di ricerca e sperimentazione condotte in atenei, enti o organismi di ricerca.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda aggregazioni (ATI, ATS, ecc) composte da imprese del settore agricolo, agroindustriale, forestale, in forma singola o associata, ed altri soggetti tra i seguenti:
– organizzazioni di produttori;
– organismi interprofessionali;
– organismi di ricerca e/o sperimentazione, incluse le università;
– soggetti pubblici e/o privati proprietari e gestori di boschi e loro associazioni.

L’aggregazione deve comunque obbligatoriamente prevedere la presenza di un organismo di ricerca o/e sperimentazione pubblico o privato.

Progetti finanziabili: Sono finanziabili progetti di cooperazione, proposti da aggregazioni di soggetti con capacità pertinenti rispetto al progetto di cooperazione, nell’ambito dello sviluppo della competitività e della sostenibilità delle imprese agroalimentari e forestali, che elaborino ed attuino progetti finalizzati all’applicazione e/o adozione di risultati di ricerca al fine della loro valorizzazione, oppure attività di trasferimento tecnologico in settori economici, di servizi e delle tecnologie di frontiera legati ad attività di ricerca e sperimentazione condotte in atenei,enti o organismi di ricerca.

Gli ambiti di interesse dei progetti sono finalizzati:
a. allo sviluppo di nuovi prodotti agricoli e forestali in grado di migliorare il posizionamento sul mercato e determinare un maggiore grado di salubrità e/o qualità degli stessi, ivi compresa la conservazione ed il packaging dei prodotti;
b. allo sviluppo di nuove pratiche agricole (pratiche colturali eco-compatibili, gestione del suolo) o forestali che migliorino l’utilizzo dei fattori produttivi e la gestione sostenibile delle aziende;
c. allo sviluppo di nuovi processi e tecnologie agroalimentari che migliorino l’utilizzo dei fattori produttivi, la gestione sostenibile delle aziende il miglioramento del posizionamento sul mercato e/o un maggiore grado di qualità dei prodotti agroalimentari, ivi compresa la conservazione ed il packaging dei prodotti.
L’operazione può sostenere sia progetti finalizzati ad uno solo dei precedenti ambiti di interesse, oppure, quando è in grado portare dei risultati utilizzabili in maniera trasversale, a più di un ambito di interesse.

Spese ammissibili: Sono costi ammissibili all’operazione:

a. costi amministrativi e legali per la costituzione dell’aggregazione;

b. costi di esercizio della cooperazione, quali: costi di gestione per l’organizzazione ed il coordinamento del progetto, compresi gli oneri per affitto sede, acquisto e noleggio di beni strumentali (mobili, attrezzature d’ufficio, hardware e software) e le spese sostenute per i consumi connessi; personale; viaggi e trasferte; costi per la formazione;

c. costi per le attività di divulgazione dei risultati;

d. costi relativi agli studi necessari per la realizzazione del progetto innovativo (di mercato, di fattibilità, piani aziendali);

e. materiali ed attrezzature tecnico-scientifiche;

f. costi per test, analisi di laboratorio, compresi i costi di materiale a perdere, prove in campo;

g. acquisto di brevetti e licenze;

h. lavorazioni agricole esterne, materiali e stampi per la realizzazione di prototipi;

i. consulenze esterne qualificate (non comprese nei costi di esercizio della cooperazione) comprese le spese di progettazione;

I costi elencati ai punti precedenti devono essere strettamente funzionali e correlati alla realizzazione del progetto innovativo. Sono pertanto escluse le spese riguardanti l’ordinaria attività di produzione o di servizio svolta dai beneficiari.

L’importo massimo di spesa sovvenzionabile dall’operazione è pari a € 200.000,00.

Retroattività: No

Agevolazioni: Il tasso di sostegno dell’operazione è pari al 100% delle spese ammissibili.
Importo massimo concedibile: € 200.000,00

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Piano degli investimenti

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.