Bando eventi calamitosi, contributi attività danneggiate

HomeGenericoBando eventi calamitosi, contributi attività danneggiate
Regione_Abruzzo_contributi_alle_imprese

Contributi alle imprese della Provincia di Teramo

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 31/01/2019

Territorio di riferimento: Regione Abruzzo – Provincia Teramo

Oggetto: La Camera di Commercio di Teramo, con la finalità di sostenere l’economia dei comuni interessati dalle eccezionali nevicate del gennaio 2017, concede contributi alle imprese che hanno subito danni dall’evento calamitoso risultanti da perizia asseverata.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le imprese con sede legale e/o operativa in provincia di Teramo, che hanno subito danni fisici dalle nevicate del gennaio 2017, risultanti da perizia asseverata redatta da professionisti abilitati, o prodotta in modo cumulativo dal comune di appartenenza

Progetti finanziabili e spese ammissibili: Sono ammissibili a contributo le seguenti spese:
1. lavori di ristrutturazione, restauro conservativo e manutenzione dei locali di svolgimento dell’attività, lavori di rifacimento /realizzazione / adeguamento di impianti ed opere connesse, comprese le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’adeguamento sismico delle strutture
2. spese inerenti la rilocalizzazione della attività in laboratori, negozi, spazi
commerciali/artigianali, con particolare riferimento ai centri storici dei comuni, (spese di trasporto, adeguamento e ristrutturazione locali, ecc.).
3. acquisto di beni strumentali, strettamente pertinenti alla specifica attività merceologica esercitata;
4. acquisto di automezzi strettamente connessi all’attività esercitata, quali mezzi per il trasporto di merce (camion, furgonati) o mezzi di lavoro (ruspe, trattori, muletti,ecc.);
5. investimenti finalizzati alla adozione di metodi per il risparmio energetico e l’efficientamento energetico;
6. acquisto di strumentazione informatica necessaria all’adeguamento tecnologico dell’attività (lettore per pagamenti bancomat e carte di credito, installazione di strumentazioni per il collegamento ad internet a banda larga nelle zone in “digital divide”, realizzazione siti internet per commercio elettronico e/o booking on line), acquisto di computer, stampanti, fotocopiatrici. Sono escluse le spese per l’acquisto di telefonia cellulare e tablet.
Potranno usufruire del contributo i programmi di investimento il cui costo minimo sia pari o superiore ad € 2.500.

Bando eventi calamitosi: contributi alle imprese per sostenere l’economia dei comuni interessati dalle eccezionali nevicate del gennaio 2017

Retroattività: Sono ammissibili a contributo le spese, al netto di IVA e di altre imposte e tasse, sostenute dal 1 giugno 2018. Le eventuali spese ancora da sostenere dall’impresa, risultanti dai preventivi allegati all’istanza di contributo, dovranno essere sostenute, fatturate e regolarmente pagate perentoriamente entro due mesi dalla data comunicazione da parte della Camera di Commercio di ammissione a contributo.

Agevolazioni: Le agevolazioni di cui al presente Bando si articolano in :
a) contributo a fondo perduto
Il contributo riconoscibile è pari al 50% dell’importo complessivo delle spese sostenute (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad una misura massima di contributo di € 4.000.
b) finanziamento bancario
Il contributo consiste nell’abbattimento di 4 punti del tasso di interesse che l’impresa sostiene a fronte di finanziamento bancario concesso da un istituto di credito per un ammontare massimo del prestito di € 15.000,00 rimborsabile in max 84 mesi. Il finanziamento deve riguardare le tipologie di investimento previste e nella misura massima del 70% del programma di spesa complessivo, spese relative al capitale circolante inerente allo svolgimento dell’attività di impresa.
Nel caso in cui il finanziamento viene garantito da un Consorzio di garanzia fidi, l’abbattimento sarà di 4,5 punti.
Le due tipologie di agevolazioni sono cumulabili, ovvero può essere presentata istanza sia per ottenere il contributo a fondo perduto che il contributo per abbattimento interessi. Non potranno essere oggetto di finanziamento bancario le spese per le quali l’impresa richiede il contributo a fondo perduto.
Regime di aiuto: de minimis.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.

Per conoscere altre opportunità di finanziamento consultate il nostro sito