fbpx

Fondo di cooperazione: opportunità del Lazio

HomeGenericoFondo di cooperazione: opportunità del Lazio
fondo di cooperazione: opportunità del Lazio

Fondo di cooperazione per le Organizzazioni regionali del movimento cooperativo e per le Imprese cooperative del Lazio

Tempistica: La presentazione delle domande avviene con procedura “a sportello”, in due fasi:

  • Compilazione del formulario: a partire dalle ore 12:00 del 17/01/2019 e fino alle ore 12 del 16/05/2019
  • Invio tramite PEC della Domanda:
    – Interventi a valere sull’Obiettivo strategico 1: a partire dalle ore 12 del 19/02/2019 e fino alle ore 18 del 16/05/2019
    – Interventi a valere sull’Obiettivo strategico 2: a partire dalle ore 12 del 19/02/2019 e fino alle ore 18 del 16/05/2019

Territorio di riferimento: Regione Lazio

Oggetto: Promuovere e sostenere il sistema cooperativo regionale

Soggetti proponenti: Obiettivo strategico 1
Possono presentare domanda le Organizzazioni regionali del movimento cooperativo.
Obiettivo strategico 2
Possono presentare domanda le Imprese cooperative, costituite o costituende che necessitino di supporto per lo start up o per il consolidamento nella fase di avvio dell’attività e che, al momento dell’erogazione risultino iscritte all’albo nazionale degli enti cooperativi e abbiano sede operativa unica o principale nel territorio del Lazio.
Sono escluse le cooperative sociali.

Contributi a fondo perduto fino all’80% delle spese ammesse

Progetti finanziabili: Obiettivo strategico 1

  • azioni concentrate su specificità territoriali, settoriali, evolutive, individuandone e sostenendone le potenzialità di crescita e gli spazi di sviluppo innovativo, anche attraverso strumenti nuovi e non convenzionali;
  • azioni e percorsi formativi mirati allo sviluppo dell’autoimprenditorialità, esperienze WBO, tecniche e strategie di responsabilità sociale ed ambientale, cooperative di comunità, animazione territoriale (rigenerazione di spazi abbandonati, il riuso di risorse immobiliari, la riqualificazione di luoghi di interesse paesaggistico/turistico/storico, ecc);
  • azioni per lo sviluppo dei processi di aggregazione, partenariato pubblico–privato, reti di imprese, organizzazione in filiere;
  • azioni per l’internazionalizzazione, in particolare per favorire insediamenti all’estero, accordi con aziende straniere, partnership per programmi di ricerca, partecipazioni a manifestazioni e fiere all’estero, scambi commerciali;
  • azioni per la diffusione di nuove tecniche di innovazione: marketing nel web 2.0, le tecniche di ricerca di investitori e le piattaforme di crowdfunding, gli investimenti in ricerca e sviluppo, brevetti, branding.

Obiettivo strategico 2:

  • idea di impresa, per la quale si intenda usufruire di attività di formazione, consulenza e tutoraggio finalizzate alla verifica dell’effettiva validità dell’idea stessa e alle sue concrete possibilità di trasformarsi in impresa, fino alla redazione del business plan;
  • business plan per i quali si intenda usufruire delle attività di tutoraggio e accompagnamento agli aspiranti imprenditori, nella corretta definizione e sviluppo del piano di impresa e il passaggio all’impresa.

Spese ammissibili: Con riferimento ai progetti presentati a valere sull’ Obiettivo strategico 1 sono ammissibili le spese relative a:

  • Costi del personale
  • Consulenze fornite da società e professionisti
  • Acquisto attrezzature
  • Noleggio attrezzature limitatamente al periodo di realizzazione del progetto

Tali tipologie di spesa sono ammissibili se relative a :

  • Progettazione dell’intervento nel limite complessivo del 10% del costo totale del progetto
  • Adeguamento della dotazione/strumentazione ICT mediante acquisizione di attrezzature/prodotti e/o servizi
  • Realizzazione di iniziative per la comunicazione e disseminazione dei risultati
  • Acquisizione di certificazioni (qualità; sostenibilità ambientale , ecc.).

Con riferimento ai progetti presentati a valere sull’ Obiettivo strategico 2 sono ammissibili i costi relativi ai servizi di consulenza finalizzati alla realizzazione del progetto presentato.
Limiti di spesa:
– Minimo: € 3.000,00
– Massimo: € 20.000,00

Retroattività: No

Agevolazioni: Obiettivo strategico 1

  • Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto
  • Intensità dell’aiuto: 80% delle spese ammesse.
  • Regime di aiuto: de minimis.

Obiettivo strategico 2

  • Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto
  • Intensità dell’aiuto: 30% delle spese ammesse
  • Regime di aiuto: de minimis.

Documentazione

  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.

Per conoscere altre opportunità di finanziamento consultate il nostro sito