FRIULI VENEZIA GIULIA: Incentivi assunzione donne

HomeGenericoFRIULI VENEZIA GIULIA: Incentivi assunzione donne

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 31/10/2018

Territorio di riferimento: Regione Friuli Venezia Giulia

Oggetto: Favorire la permanenza ed il rientro nel mercato del lavoro delle giovani madri

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda:
1. imprese e loro consorzi, associazioni, fondazioni e soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria;
2. cooperative e loro consorzi.
aventi sede o unità locale in Friuli Venezia Giulia .

Soggetti destinatari: Donne residenti nella Regione FVG, cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie in regola con la vigente normativa in materia di immigrazione, che alla data di presentazione della domanda di contributo siano madri di almeno un figlio di età fino a 5 anni non compiuti

Progetti finanziabili: Viene finanziata l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato ex art.2094 del codice civile nonché l’inserimento in cooperativa in qualità di socia lavoratrice, di madri con almeno un figlio di età fino a 5 anni non compiuti.

Retroattività: Si fa riferimento alle assunzioni effettuate nell’anno 2018.

Agevolazioni: L’ammontare del contributo è pari:
a) a 10.000 euro per ciascuna assunzione in relazione alla quale non possano trovare applicazione contributi, incentivi ovvero agevolazioni contributive previsti dalla vigente normativa nazionale;
b) a 7.000 euro per ciascuna assunzione in relazione alla quale possano trovare applicazione contributi, incentivi ovvero agevolazioni contributive previsti dalla vigente normativa nazionale.

Gli importi sono aumentati di 3.000 euro qualora il datore di lavoro richiedente disponga di almeno una delle seguenti tipologie di misure di welfare aziendale per la conciliazione tra vita lavorativa e impegni di cura dei propri cari:
a) flessibilità dell’orario di lavoro o banca delle ore;
b) nido aziendale o convenzionato.

Regime di aiuto: de minimis.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Copia del documento d’identità del soggetto destinatario

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.