fbpx

Friuli Venezia Giulia: Incentivi alla stabilizzazione dei lavoratori precari

HomeGenericoFriuli Venezia Giulia: Incentivi alla stabilizzazione dei lavoratori precari
lavoratori_precari_fvg_

Lavoratori precari, incentivi in forma di regime di aiuto  de minimis

Tempistica: Le domande devono essere presentate dal 2/01/2019 al 31/08/2019, prima dell’assunzione o in ogni caso entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui si è verificato l’evento.

Territorio di riferimento: Regione Friuli Venezia Giulia

Oggetto: Incentivi per interventi di politica attiva del lavoro

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda:
1. imprese e loro consorzi, associazioni, fondazioni e soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria;
2. cooperative e loro consorzi;
aventi sede o unità locale in Friuli Venezia Giulia

Soggetti destinatari: I residenti nella Regione FVG, cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in regola con la vigente normativa in materia di immigrazione, che nei 5 anni precedenti alla trasformazione abbiano prestato lavoro precario, anche a favore di diversi datori di lavoro, per un periodo non inferiore a 12 mesi.

Progetti finanziabili: Vengono incentivati:

a) la trasformazione a tempo indeterminato del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, con data di scadenza entro 24 mesi da tale data;

b) l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di personale che lavorava presso il soggetto richiedente in base ad uno dei seguenti contratti:
1) lavoro intermittente indeterminato
2) lavoro intermittente determinato
3) lavoro a progetto
4) contratto di collaborazione coordinata e continuativa;

c) l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di personale che lavorava presso il soggetto richiedente in base ad un contratto di somministrazione di lavoro;

d) l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di soggetti che risultano prestare la loro opera presso il soggetto richiedente in esecuzione di un contratto di apprendistato;

d) l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di soggetti che risultano prestare la loro opera presso il soggetto richiedente in esecuzione di un contratto di apprendistato;

e) l’assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato di soggetti che stanno realizzando presso il soggetto richiedente un tirocinio conforme alla regolamentazione regionale vigente in materia.

Gli interventi di cui alle lettere precedenti sono ammissibili a contributo a condizione che riguardino lavoratori che al momento della stabilizzazione risultano essere in una condizione occupazionale precaria: nei 5 anni precedenti hanno prestato la loro opera, per un periodo complessivamente non inferiore a 12 mesi, nella realizzazione di progetti di lavori socialmente utili, a condizione che l’opera sia stata prestata quali disoccupati, nella realizzazione di tirocini rientranti nell’ambito di applicazione della regolamentazione regionale vigente in materia o in esecuzione delle seguenti tipologie contrattuali:1) contratto di lavoro subordinato a tempo determinato;

2) contratto di lavoro intermittente;

3) contratto di formazione e lavoro;

4) contratto di inserimento;

5) contratto di collaborazione coordinata e continuativa

;6) contratto di lavoro a progetto;

7) contratto di lavoro interinale;

8) contratto di somministrazione di lavoro;

9) contratto di apprendistato.

Ai fini della verifica del requisito della condizione occupazionale precaria, si prendono a riferimento i periodi di vigenza dei contratti e si sommano in termini di mesi. I periodi di vigenza contrattuale inferiore al mese e i resti di giorni risultanti da periodi di vigenza contrattuale superiore al mese concorrono a loro volta a formare un mese se la sommatoria è pari a trenta giorni.

Retroattività: No

Agevolazioni: Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto.
Gli incentivi sono pari ad € 7.000,00
Incremento di €1.000,00 in caso di:
1. soggetti proveniente da grave crisi occupazionale
2. soggetti con un periodo non inferiore a 18 mesi di lavoro precario.
Incremento di €2.000,00
3.soggetti con un periodo non inferiore a 24 mesi di lavoro precario con lo stesso datore di lavoro.
Gli incrementi sono cumulabili nel seguente modo: punto 1+2; punto 1+3

Regime di aiuto: de minimis

Documentazione:

  • Copia del documento d’identità del Legale Rappresentante
  • Copia del documento d’identità del soggetto destinatario

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.

Per conoscere altre opportunità di finanziamento consultate il nostro sito