LOMBARDIA – Provincia Como: Bando Energia 2018 per l’attribuzione di contributi in tema di risparmio energetico

HomeGenericoLOMBARDIA – Provincia Como: Bando Energia 2018 per l’attribuzione di contributi in tema di risparmio energetico

Tempistica: Le domande possono essere presentate dalle 12.00 del giorno 3 aprile 2018 alle 12.00 del 30 giugno 2018

Territorio di riferimento: Regione Lombardia – Provincia Como

Oggetto: Promuovere un uso più consapevole delle fonti energetiche e la diffusione di tecnologie efficienti e sostenibili mediante l’assegnazione di un contributo a fondo perduto per interventi di efficientamento energetico, di gestione energetica in azienda, di riduzione delle emissioni climalteranti, di promozione delle fonti energetiche rinnovabili ed investimenti in tecnologie 4.0.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le Micro, piccole e medie imprese (MPMI) attive con sede operativa in provincia di Como e iscritte al Registro Imprese.
Le imprese, alla data di presentazione della domanda di contributo e fino all’erogazione del contributo, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) iscritte e attive al Registro Imprese della Camera di Commercio di Como;
b) essere in regola con il pagamento del diritto camerale annuale;
c) non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art.1 del Reg. (CE) 1407/2013 (de minimis).

Progetti finanziabili: Gli interventi ammissibili sono i seguenti:

  • interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica e la gestione energetica in azienda
  • acquisto di macchinari, strumenti, beni ed attrezzature legati espressamente ed esclusivamente al processo produttivo finalizzati al risparmio energetico, al recupero di cascami di energia, alla riduzione della CO2 immessa in atmosfera
  • interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili senza eccedere i limite dell’autoconsumo
  • audit, indagini ed analisi energetiche (ove non espressamente previsti per legge)

Non è ammessa la presentazione di domande di contributo per più di un’unità locale. E’ ammesso un unico intervento per ogni unità locale.

Spese ammissibili: Sono ammesse a contributo le seguenti tipologie di spesa:

  • sostituzione di componenti e sistemi per illuminazione esistenti con nuovi ad elevata efficienza energetica;
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione sempreché utilizzanti sensori di luminosità, presenza, movimento;
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per la climatizzazione interna sempreché utilizzanti sensori di presenza, concentrazione di umidità, CO2 o inquinanti;
  • acquisto di dispositivi di contabilizzazione dei consumi elettrici finalizzati alla misurazione dei consumi per gruppi di utenza (ad es. i consumi di un insieme di celle frigorifere, un reparto, un gruppo di macchine, gli uffici, i consumi elettrici per raffrescamento,ecc.);
  • installazione di caricabatterie per carrelli elevatori e transpallet con inverter;
  • acquisto di dispositivi di contabilizzazione dei consumi termici e/o idrici finalizzati alla misurazione dei consumi per gruppi di utenza ;
  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza;
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile;
  • sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare, sistemi di accumulo, serre solari, etc.;)
  • acquisto e installazione di sistemi di accumulo da impianti fotovoltaici;
  • coibentazione di impianti e collettori industriali;
  • sostituzione di scaricatori di condensa su impianti di distribuzione di vapore;
  • installazione di scambiatori di calore per il recupero del cascame termico;
  • impianti solari termici;
  • impianti geotermici a bassa e media entalpia;
  • impianti di teleriscaldamento/teleraffrescamento energeticamente efficienti;
  • impianti solari fotovoltaici;
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento;
  • verifica termografica su impianti di trasformazione e distribuzione elettrica con tecnici certificati;
  • studi di fattibilità per interventi di efficienza energetica;
  • audit energetici (ove non espressamente previsti per legge)
  • spese relative alla relazione tecnica predisposta da un Esperto in Gestione dell’energia (EGE).

Limite inferiore di spesa: € 3.000,00

Retroattività: No. Gli interventi dovranno concludersi entro un anno dalla concessione del contributo.

Agevolazioni: L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese considerate ammissibili al netto di IVA, nel limite massimo di 15.000 Euro.
Regime di aiuto: de minimis.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettsiti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.