PIEMONTE – Provincia Novara: Contributi per l’attivazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro

HomeGenericoPIEMONTE – Provincia Novara: Contributi per l’attivazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 31/12/2018

Territorio di riferimento: Regione Piemonte – Provincia Novara

Oggetto: Promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro in parola e incentivare l’inserimento di giovani studenti in percorsi di alternanza scuola lavoro.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le imprese che, dal momento della presentazione della domanda e fino alla liquidazione del contributo, rispondano ai seguenti requisiti:
a. abbiano la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Novara;
b. siano regolarmente iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio di Novara, attive ed in regola con il pagamento del diritto annuale;
c. non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente e nei cui riguardi non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
d. siano iscritte nel Registro nazionale alternanza scuola-lavoro: http://scuolalavoro.registroimprese.it.

Progetti finanziabili: Sono ammessi alle agevolazioni i percorsi di alternanza scuola-lavoro intrapresi da studenti della scuola secondaria di secondo grado sulla base di convenzioni stipulate tra istituto scolastico e soggetto ospitante presso la sede legale e/o operativa dell’impresa sita in provincia di Novara, frequentati dagli studenti per almeno 40 ore.

Retroattività: I percorsi devono riferirsi al periodo compreso tra il 01.01.2018 e il 30.09.2018

Agevolazioni: L’agevolazione prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore dell’impresa ospitante, come di seguito quantificato:

– € 400,00 per ciascuno studente ospitato in alternanza scuola-lavoro;
– limite di € 2.000,00 per singola impresa richiedente.

I contributi verranno erogati al netto della ritenuta d’acconto del 4%.

Documentazione:

  • Fotocopia di un documento di identità, in corso di validità, del titolare/legale rappresentante firmatario della domanda di contributo;
  • scheda tirocinio (una per ogni tirocinio per cui si richiede il contributo);
  • copia della/e convenzione/i stipulata/e tra l’Istituto scolastico e l’impresa ospitante;
  • copia del progetto/i formativo/i individuale/i;
  • copia del/i registro/i delle presenze.

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione