fbpx

Prodotti agricoli in Aree Sisma

HomeGenericoProdotti agricoli in Aree Sisma
Prodotti agricoli in Aree Sisma

Imprese abruzzesi: agevolazioni per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti tipici in aree sisma

Tempistica: Le domande possono essere inoltrate durante 2 periodi di presentazione
Gennaio 2019: dal 10/01/2019 al 24/01/2019
• Aprile 2019: la cui apertura sarà resa pubblica con apposito avviso.

Territorio di riferimento: Regione Abruzzo – territori della Regione Abruzzo compresi nelle Aree Cratere sisma 2016/2017 e nelle Aree dei comuni colpiti dalle eccezionali precipitazioni nevose del gennaio 2017. L’elenco completo dei Comuni ammissibili è indicato nell’Allegato 1 in calce alla Scheda Bando.

Oggetto: Promuovere gli investimenti materiali e immateriali per la trasformazione, commercializzazione e/o lo sviluppo dei prodotti agricoli

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le imprese, singole o associate, che localizzano l’investimento esclusivamente nelle aree colpite dal sisma 2016/2017 e/o dalle eccezionali precipitazioni nevose del gennaio 2017, che svolgono attività di trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo di prodotti agricoli. L’attività di commercializzazione e/o trasformazione deve avere ad oggetto materie prime acquistate/conferite prevalentemente (superiore al 50%) da soggetti terzi.

Intensità dell’agevolazione è pari al 40% delle spese ammissibili

Progetti finanziabili: Sono ammissibili a finanziamento gli interventi di seguito specificati.
1) INVESTIMENTI MATERIALI:

  • realizzazione, ristrutturazione, ammodernamento di impianti di condizionamento, trasformazione, commercializzazione dei prodotti della filiera agroindustriale;
  • introduzione di tecnologie innovative finalizzate a rispondere a nuove opportunità di mercato;
  • introduzione di tecnologie e procedure operative e organizzative finalizzate a sviluppare prodotti di qualità e/o aprire nuovi mercati; • introduzione di impianti e tecnologie funzionali alla razionalizzazione del ciclo produttivo ed alla qualificazione delle produzioni anche sotto l’aspetto della sicurezza alimentare;
  • realizzazione e/o ammodernamento di strutture di raccolta, ricevimento, stoccaggio, condizionamento, cernita, imballaggio;
  • ottenimento di livelli di tutela ambientale e sicurezza del lavoro superiori ai minimi indicati dalla normativa vigente;
  • opere dirette ad ottenere una maggiore efficienza energetica dell’impianto quali: isolamento termico degli edifici di produzione, razionalizzazione e/o sostituzione di sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione, installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o erogazione di servizi. Tali interventi potranno essere ammessi solo se comportano un risparmio energetico maggiore o pari al 20% rispetto alla situazione di partenza;
  • installazione, per la sola finalità di autoconsumo, di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili all’interno dell’unità produttiva. Tali investimenti sono ammissibili alle seguenti condizioni:
  • l’impianto per la produzione di energia deve essere commisurato alla quantità di energia necessaria alle esigenze aziendali (autoconsumo);
  • l’impianto non deve superare la produzione di 1 MW elettrico;
  • l’impianto deve essere progettato e sostenibile con l’utilizzo di risorse naturali rinnovabili o di soli sottoprodotti o scarti di produzioni agricole, forestali o agroalimentari senza attivazione di colture agricole dedicate;
  • l’installazione degli impianti che utilizzano l’energia solare deve essere effettuata esclusivamente al di sopra di edifici;
  • nel caso di impianti destinati alla produzione di energia elettrica da biomassa deve essere garantito l’utilizzo di almeno il 50% dell’energia termica generata nel rispetto di quanto disposto all’art. 13 comma 1 lettera d) del Reg. (UE) n. 807/2014;
  • nel caso di impianti per la produzione di bio-gas, bio-metano o impianti combinati, deve essere garantito quanto stabilito all’art. 13 comma 1 lettera e) del Reg. (UE) 807/2014 in quanto gli impianti ammissibili non possono utilizzare coltivazioni dedicate;
  • per gli impianti che utilizzano biomassa solida è necessario adottare le migliori tecnologie impiantistiche che presentano un ottimale ciclo di abbattimento dei fumi e delle polveri sottili (PM10), secondo quanto previsto dalla direttiva Eco-design (impianti con potenza nominale ≤ 1MW) e della direttiva 2011/65 CE (impianti con potenza nominale tra 1 e 50 MW), tenuto conto anche delle nuove disposizioni previste dalla direttiva MCP (esenzioni relative al Piombo)”.

2) INVESTIMENTI IMMATERIALI:

  • acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autori e marchi commerciali.

3) SPESE GENERALI:

  • spese tecniche di progettazione, per analisi di mercato, studi di fattibilità, spese bancarie per la gestione del conto corrente dedicato, parcelle notarili, spese per garanzie fideiussorie, spese per la realizzazione per le targhe esplicative e della cartellonistica finalizzata alla pubblicità dell’intervento, debitamente documentate e collegate agli investimenti, sono ammissibili nel limite massimo del 4% della spesa ammissibile al netto del loro importo;
  • solo per spese tecniche connesse alle opere edili soggette a permesso di costruire o provvedimento analogo sono ammissibili nel limite massimo dell’8% della spesa ammissibile riferita a tali componenti specifiche, al netto del loro importo.
    Sono, altresì ammissibili, le operazioni di locazione finanziaria (Leasing) limitatamente alla forma dell’aiuto all’utilizzatore nelle condizioni di seguito descritte:
  • l’importo massimo ammissibile al cofinanziamento comunitario non deve superare il valore di mercato del bene;
  • i canoni pagati dall’utilizzatore al concedente, comprovati dalla fattura quietanzata o da un documento contabile finanziario avente forza probatoria equivalente, costituiscono spesa ammissibile al cofinanziamento;
  • sono considerati ammissibili solo i canoni esigibili e pagati dall’utilizzatore sino alla richiesta del saldo. Limite inferiore di spesa: € 50.000,00
    Limite superiore di spesa: € 1.000.000,00

Retroattività: No

Agevolazioni: Tipologia dell’agevolazione: contributo a fono perduto
Intensità dell’agevolazione: 40% delle spese ammissibili
Per gli interventi che prevedono la trasformazione di prodotti compresi nell’Allegato I del Trattato in prodotti non compresi nello stesso, le agevolazioni saranno concesse ai sensi del regolamento (UE) 1407/2013 della Commissione, relativo agli aiuti in de minimis nei limiti di € 200.000,00.

Documentazione:

  •  Copia del documento d’identità del soggetto richiedente
  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.

ALLEGATO 1: ELENCO COMPLETO DEI COMUNI AMMISSIBILI

AREE ELEGGIBILI “CRATERE SISMA 2016/2017” (D.L. 17/10/2016 n. 189 e s.m.e i.) 

  1. Campotosto (AQ);
  2. Capitignano (AQ);
  3. Montereale (AQ);
  4. Rocca Santa Maria (TE);
  5. Valle Castellana (TE);
  6. Cortino (TE);
  7. Crognaleto (TE);
  8. Montorio al Vomano (TE).
  9. Campli (TE);
  10. Castelli (TE);
  11. Civitella del Tronto (TE);
  12. Torricella Sicura (TE);
  13. Tossicia (TE);
  14. Teramo.
  15. Barete (AQ);
  16. Cagnano Amiterno (AQ);
  17. Pizzoli (AQ);
  18. Farindola (PE);
  19. Castelcastagna (TE);
  20. Colledara (TE);
  21. Isola del Gran Sasso (TE);
  22. Pietracamela (TE);
  23. Fano Adriano (TE).

ELENCO COMUNI COLPITI DALLE ECCEZIONALI PRECIPITAZIONI NEVOSE DEL GENNAIO 2017

 Provincia di TERAMO

67002 Ancarano C
67003 Arsita D
67004 Atri C
67005 Basciano C
67006 Bellante C
67007 Bisenti D
67008 Campli C
67009 Canzano C
67010 Castel Castagna C
67011 Castellalto C
67012 Castelli D
67013 Castiglione Messer Raimondo C
67014 Castilenti C
67015 Cellino Attanasio C
67016 Cermignano C
67017 Civitella del Tronto C
67018 Colledara D
67019 Colonnella C
67020 Controguerra C
67021 Corropoli C
67022 Cortino D
67023 Crognaleto D
67024 Fano Adriano D
67026 Isola del Gran Sasso d’Italia D
67027 Montefino C
67028 Montorio al Vomano D
67029 Morro d’Oro C
67030 Mosciano Sant’Angelo C
67031 Nereto C
67032 Notaresco C
67033 Penna Sant’Andrea C
67034 Pietracamela D
67036 Rocca Santa Maria D
67038 Sant’Egidio alla Vibrata C
67039 Sant’Omero C
67041 Teramo C
67042 Torano Nuovo C
67043 Torricella Sicura D
67045 Tossicia D
67046 Valle Castellana D

Provincia di PESCARA

68001 Abbateggio D
68002 Alanno D
68003 Bolognano D
68004 Brittoli D
68005 Bussi sul Tirino D
68006 Cappelle sul Tavo C
68007 Caramanico Terme D
68008 Carpineto della Nora D
68009 Castiglione a Casauria D
68010 Catignano D
68011 Cepagatti C
68012 Città Sant’Angelo C
68013 Civitaquana D
68014 Civitella Casanova D
68015 Collecorvino C
68016 Corvara D
68017 Cugnoli D
68018 Elice C
68019 Farindola D
68020 Lettomanoppello D
68021 Loreto Aprutino D
68022 Manoppello D
68023 Montebello di Bertona D
68025 Moscufo C
68026 Nocciano D
68027 Penne D
68029 Pescosansonesco D
68030 Pianella C
68031 Picciano D
68032 Pietranico D
68033 Popoli D
68034 Roccamorice D
68035 Rosciano D
68036 Salle D
68037 Sant’Eufemia a Maiella D
68038 San Valentino in Abruzzo Citeriore D
68039 Scafa D
68040 Serramonacesca D
68041 Spoltore C
68042 Tocco da Casauria D
68043 Torre de’ Passeri                                     D
68044 Turrivalignani                                          D
68045 Vicoli                                                         D
68046 Villa Celiera                                             D

Provincia di CHIETI

69002 Archi C
69004 Arielli C
69005 Atessa C
69006 Bomba C
69007 Borrello D
69010 Canosa Sannita C
69011 Carpineto Sinello C
69012 Carunchio D
69014 Casalanguida C
69015 Casalbordino C
69017 Casoli C
69018 Castel Frentano C
69019 Castelguidone D
69020 Castiglione Messer Marino D
69021 Celenza sul Trigno C
69023 Civitaluparella D
69026 Colledimezzo C
69027 Crecchio C
69028 Cupello C
69029 Dogliola C
69104 Fallo D
69033 Fossacesia C
69034 Fraine D
69036 Fresagrandinaria C
69037 Frisa C
69038 Furci C
69039 Gamberale D
69040 Gessopalena C
69041 Gissi C
69044 Guilmi C
69046 Lanciano C
69047 Lentella C
69049 Liscia C
69051 Montazzoli D
69009 Montebello sul Sangro D
69053 Montelapiano D
69055 Monteodorisio C
69057 Orsogna C
69058 Ortona C
69059 Paglieta C
69060 Palena D
69061 Palmoli C
69063 Pennadomo D
69067 Poggiofiorito C
69068 Pollutri C
69076 Roccaspinalveti D
69078 Rosello D
69079 San Buono C
69080 San Giovanni Lipioni C
69083 San Salvo C
69084 Santa Maria Imbaro C
69086 San Vito Chietino C
69087 Scerni C
69088 Schiavi di Abruzzo D
69090 Tollo C
69091 Torino di Sangro C
69092 Tornareccio C
69093 Torrebruna D
69095 Torricella Peligna D
69096 Treglio C
69097 Tufillo C
69099 Vasto C
69100 Villalfonsina C
69102 Villa Santa Maria  D

Provincia di L’AQUILA

66027 Castel di Ieri D
66049 L’Aquila D
66084 Roccaraso D

Per conoscere altre opportunità di finanziamento consultate il nostro sito