TOSCANA: POR FSE 2014-2020 – Voucher Formativi Individuali e di ricollocazione

HomeGenericoTOSCANA: POR FSE 2014-2020 – Voucher Formativi Individuali e di ricollocazione

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino a esaurimento delle risorse.
La prima scadenza è entro le ore 23:59 del giorno 10 dicembre 2017, la successiva è entro le ore 23.59 del giorno 10 gennaio 2018 e le successive scadenze sono bimestrali, fino ad esaurimento delle risorse (10 marzo 2018– 10 maggio 2018 – 10 luglio 2018 – 10 settembre 2018 – 10 novembre 2018 ….)
Nel caso in cui la scadenza cada nei giorni di sabato o domenica, o in altro giorno festivo, la scadenza è posticipata al giorno lavorativo successivo.

Territorio di riferimento: Regione Toscana

Oggetto: Il presente avviso sostiene l’accesso a politiche attive di soggetti disoccupati prevedendo l’assegnazione, su richiesta dei cittadini in possesso di specifici requisiti, di un contributo pubblico (voucher) finalizzato a promuovere, tramite il rimborso totale o parziale delle spese di iscrizione al corso, l’accesso a percorsi formativi per l’accrescimento delle competenze professionali, ed un servizio di tutoraggio e assistenza alla ricerca intensiva di una nuova occupazione (assegno per l’assistenza alla ricollocazione) che metta a valore l’intervento finanziato mediante il voucher.

Si compone di due sezioni:

  • Sezione A – Voucher formativi di ricollocazione: destinati ai soggetti disoccupati interessati dall’assegno sociale per l’impiego o dalla mobilità;
  • Sezione B – Voucher formativi individuali: destinati a soggetti disoccupati, inoccupati, inattivi

Soggetti proponenti:

SEZIONE A – VOUCHER FORMATIVI DI RICOLLOCAZIONE
Sono destinatari del voucher formativo di ricollocazione i soggetti che si trovano nelle seguenti condizioni:
a) disoccupati percettori o che sono stati percettori di Assegno sociale per l’Impiego (NASPI) la cui condizione di disoccupato eccede i 4 mesi oppure disoccupati che alla data del 1 maggio 2015 sono stati fruitori o che hanno fruito successivamente a tale data, dell’indennita di mobilità la cui condizione di disoccupato eccede i 4 mesi;
b) residenti o domiciliati in un comune della regione Toscana. Se cittadini non comunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
c) che hanno compiuto i 18 anni di età;
d) che hanno un reddito ISEE inferiore a euro 50,000,01;
e) iscritti al centro per l’impiego territorialmente competente situato in regione Toscana.

SEZIONE B – VOUCHER FORMATIVI INDIVIDUALI
Sono soggetti destinatari del voucher formativo individuale coloro che si trovano nelle seguenti condizioni:
a) disoccupati, inoccupati, inattivi o soggetti fuoriusciti dai percorsi di Lavori di pubblica utilità (LPU);
b) residenti o domiciliati in un comune della regione Toscana. Se cittadini non comunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
c) che hanno compiuto i 18 anni di età;
d) che hanno un reddito ISEE inferiore a euro 50,000,01;
e) iscritti ad un centro per l’impiego territorialmente competente situato in regione Toscana.

Progetti finanziabili: SEZIONE A-B:
Il voucher formativo di ricollocazione può essere richiesto per i seguenti percorsi formativi:
a) percorsi professionalizzanti che hanno ottenuto il riconoscimento della Regione Toscana ai sensi della DGR 106/2016 realizzati da Agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana ai sensi della DGR 1407/2016, appartenenti ad una delle seguenti tipologie:
– corsi finalizzati al rilascio di Qualifica professionale riguardanti Profili professionali o Figure professionali appartenenti ai Repertori Regionali;
– percorsi finalizzati alla Certificazione delle Competenze aventi ad oggetto una o piu Aree di Attivita (AdA) del Repertorio Regionale delle Figure Professionali;
b) Corsi Dovuti per legge;
c) Percorsi professionalizzanti al termine dei quali viene rilasciata una certificazione riconosciuta a livello ministeriale o da Accordi Stato-Regione (esclusi i percorsi universitari);
d) Percorsi professionalizzanti svolti dagli ITS “Istituti Tecnici Superiori”
I soggetti beneficiari possono altresì avvalersi, al termine del percorso formativo e nei limiti delle risorse disponibili, di un servizio di tutoraggio e assistenza alla ricerca intensiva di una nuova occupazione, che metta a valore l’intervento formativo finanziato mediante il voucher. Il servizio di tutoraggio e ricerca intensiva della nuova occupazione, con percorso di accompagnamento mirato a sbocchi occupazionali, può essere usufruito presso il proprio Centro per l’impiego o presso un soggetto privato accreditato per lo svolgimento dei servizi per il lavoro sul territorio della Regione Toscana.
La scelta se farsi assistere dal proprio Centro per l’impiego o da un soggetto accreditato è riservata al destinatario della misura.

Spese ammissibili: Le spese ammissibili sono esclusivamente quelle di iscrizione al percorso formativo.
Sono esclusi rimborsi di viaggio, vitto, alloggio, materiali didattici e qualsiasi altra spesa.

Retroattività: NO. La domanda di finanziamento può riguardare percorsi formativi che hanno inizio almeno dal giorno suc- cessivo alla data di scadenza della presentazione delle domande.
I corsi, pena la decadenza dal voucher, devono essere avviati entro 6 mesi dalla data di scadenza di presentazione della domanda e concludersi entro 12 mesi dalla data di avvio.

Agevolazioni: SEZIONE A- B:
L’importo massimo finanziabile per ciascun voucher formativo di ricollocazione è:
a)percorso formativo di durata superiore a 110 h/corsi di qualifica/certificazione di competenze: fino a € 3.000,00 (*)
b) percorso formativo di durata fino a 110 h/ corsi dovuti per legge: fino a € 500,00
(*) per i corsi biennali l’importo del finanziamento è riferito ad una annualità.
Nel periodo di validità dell’Avviso, il richiedente può fare domanda e beneficiare al massimo di 3 voucher formativi. Le domande dovranno essere presentate in scadenze diverse.

Documentazione:

  • Copia del documento d’identità del soggetto destinatario
  • Piano formativo

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione