TOSCANA – Provincia Pisa: Bando Voucher per la Partecipazione autonoma a Fiere Internazionali in Italia e all’estero

HomeGenericoTOSCANA – Provincia Pisa: Bando Voucher per la Partecipazione autonoma a Fiere Internazionali in Italia e all’estero

Tempistica: Le domande devono essere presentate DOPO LO SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE FIERISITCA e fino ad esaurimento delle risorse disponibili

Territorio di riferimento: Regione Toscana – Provincia Pisa

Oggetto: Fornire assistenza finanziaria alle PMI per la preparazione ai mercati internazionali

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda tutte le imprese, loro cooperative e consorzi che, al momento della presentazione della domanda di contributo, risultino:
a. iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Pisa ed aventi la sede o unità locale oggetto dell’investimento nella Provincia di Pisa;
b. attive ed in regola con la denuncia di inizio attività al Rea della Camera di Commercio di Pisa. Per le nuove imprese questi requisiti saranno verificati al momento della liquidazione del contributo a tal fine si considerano nuove le imprese che alla data di presentazione della domanda risultino iscritte al R.I. inattive, oppure attive da meno di 6 mesi;
c. in regola con il pagamento del Diritto annuale.
E’ AMMESSA A CONTRIBUTO UNA SOLA DOMANDA proveniente dalla medesima azienda o dal medesimo consorzio o reti di impresa.
Sono escluse dai benefici del presente bando le imprese che abbiano già usufruito di contributo della Camera di Commercio di Pisa per due edizioni della stessa mostra/fiera negli ultimi 3 anni (ad eccezione delle imprese del settore dell’alabastro)

Progetti finanziabili: I contributi sono concessi per la partecipazione autonoma a Fiere Internazionali in Italia e all’estero, che non godano già di abbattimenti di costi da parte della Regione Toscana (anche attraverso Toscana Promozione Turistica) o di altri Enti Pubblici/Ministeri o ICE Agenzia.
Per Fiere Internazionali in Italia si intendono quelle Fiere inserite nel Calendario 2018 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia e pubblicato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (http://www.calendariofiereinternazionali.it)

Spese ammissibili: Le spese ammissibili sono relative a:

  • acquisizione dello spazio espositivo;
  • allestimento relativo allo spazio espositivo acquisito;
  • eventi di business organizzati all’interno della specifica manifestazione fieristica dove
  • siano già previste spese per l’acquisizione di spazi espositivi e/o relativi allestimenti; iniziative promozionali nell’ambito della specifica manifestazione fieristica (inserzioni su catalogo e/o, altre forme di pubblicità realizzate in ambito fieristico)

Spese non ammissibili: Non sono ammissibili le seguenti tipologie di costi:

– Spese di viaggio
– Spese di soggiorno
– Spese per vitto personale e di terzi
– Spese per trasporto della merce in fiera
– Spese di consulenza
– Spese per interpretariato
– Spese per hostess di fiera

Agevolazioni: L’importo dei voucher concessi varia a seconda della localizzazione delle fiere:
– MANIFESTAZIONI FIERISTICHE IN ITALIA E UNIONE EUROPEA (U.E.)
I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di € 2.000,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per manifestazioni svolte in Italia ed in paesi esteri appartenenti all’Unione Europea, ivi compresi Svizzera, Principato di Monaco, Liechtenstein, Andorra, San Marino.
– MANIFESTAZIONI FIERISTICHE EXTRA UNIONE EUROPEA (U.E.)
I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di € 2.500,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per manifestazioni svolte in paesi esteri NON appartenenti all’Unione Europea.
Per la partecipazione collettiva a fiere tramite Consorzi e reti d’impresa verrà riconosciuto un contributo commisurato al numero delle imprese partecipanti con un massimale di € 2.000,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) ad impresa per fiere in ambito italiano e dell’Unione Europea e di € 2.500,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per fiere extra U.E. sino ad un massimo di dieci imprese e, comunque, fino ad un massimale del 50% dei costi complessivamente sostenuti.

Documentazione:

  • Le generalità, natura giuridica, sede, numero di codice fiscale/partita IVA ed il codice IBAN dell’impresa/consorzio/cooperativa richiedente;
  • l’esatta denominazione della fiera alla quale si è partecipato con la specifica dei costi sostenuti per l’acquisizione dello spazio espositivo e per il relativo allestimento;
  • Copia/e della/e fattura/e di spesa;
  • Copia/e della/e attestazione/i di pagamento (Bonifici, Estratti conto, Matrici di assegni+addebito) che comprovino il reale e avvenuto pagamento delle predette fatture di spesa;
  • Fotocopia – leggibile e ben visibile – di un valido documento d’identità del sottoscrittore, nel caso in cui la domanda non sia firmata digitalmente;
  • Documentazione fotografica dello stand che comprovi l’avvenuta partecipazione dell’azienda alla fiera.

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.